La Lunga Notte della Batteria | Bollate, 12 Ottobre 2017 | Foto by © Luca Vantusso – LKV Photo & Communications

Concerto in Piazza  del  quartetto dei Licaones

(anteprima del Festival di Villa Arconati edizione 2021)

Mauro «Otto» Ottolini, trombone – Francesco Bearzatti, sassofoni – Giampaolo Rinaldi, organo hammond – Paolo Mappa, batteria.

L’obiettivo è stato centrato: doveva essere ripartenza e ripartenza è stata. E in grande stile.
Giovedì 24 giugno scorso, L’Associazione Bollate Jazz Meeting ha riacceso il centralissimo Cantun Sciatin, con Il concerto prologo al festival di villa Arconati di Castellazzo. Una serata, offerta gratuitamente alla cittadinanza, proprio con lo scopo di riappropriarsi della socialità perduta; celebrare la fine della stagione del lockdown pandemico; ritrovarsi all’aperto, finalmente tutti insieme.
Per la verità, la pioggia ci ha provato a mettersi di traverso, facendo ritardare l’inizio, ma il ruggito dei Licaones è stato più forte e non ha affatto scoraggiato il pubblico. Anzi, grazie all’avvio differito, accompagnato dalla voglia di esserci, è diventato ancor più numeroso, entusiasmandosi di fronte ad una performance di godibile musica longue, con ritmi e motivi che passavano dal jazz al rock, inframezzati da ritornelli di famose canzoni (“Tintarella di Luna”, “Guarda che luna”, oltre a notissime sigle dei cartoni animati), passando per la rumba in salsa brasiliana, il folklore popolare, fino al creativo liscio in jazz.
Il trombone di Mauro Ottolini, il sax di Francesco Bearzatti, l’organo hammond del debuttante Giampaolo Rinaldi e la esperta batteria di Paolo Mappa, hanno letteralmente infiammato la piazza, non solo con un autentico traffico di note, ma anche attraverso esilaranti gag che hanno divertito la platea, in perfetta sintonia con lo spirito di festa dell’evento. I saluti istituzionali, portati dall’assessore alla cultura e pace Lucia Albrizio che, insieme al programma del festival, ha voluto rimarcare come l’esibizione anteprima fuori sede stia ormai diventando una bella tradizione estiva. Non è mancato un momento di commozione collettiva: Bollate Jazz Meeting ha dedicato la serata a tre amici recentemente scomparsi, Piero Cuna, Antonio Bonini e Alessio Brocca.
Le doverose lacrime hanno lasciato, poi, spazio al sorriso, con la travolgente performance divertissement, culminata con l’inatteso finale all’insegna dei corsi e ricorsi storici, vissuti proprio in Cantun Sciatin. Nel lontano 2001, quando dopo anni di silenzio riapparve sul palco lo storico gruppo cittadino de I Solitari, nel corso di un evento dedicato ai Beatles, la jam finale delle band partecipanti fu una appassionata interpretazione della celeberrima “Hey Jude”; lo stesso titolo ha concluso, tra applausi scroscianti, il concerto di giovedì. Quasi a rappresentare un messaggio di continuità nel nome della musica celebrata in piazza.

Paolo Nizzola

tessera_2020

Tessera Socio

SOSTIENI BOLLATE JAZZ MEETING
SOTTOSCRIVENDO
LA TESSERA 2020
― 50eu

Richiedila qui

BJM GILET

SONO DISPONIBILI LE ULTIME TAGLIE
DEL NOSTRO GILET UFFICIALE.

10€ per i soci
15€ per il pubblico

Richiedili qui

gilet

Gli Amici di BJM

UNA RACCOLTA DI TUTTI I NOSTRI AMICI
SCATTATA DA Roberto Cifarelli,
fotografo ufficiale BJM

Guarda la gallery

Visita il sito di cifarelli_logo